PARMA – Nutrita e qualificata partecipazione di esperti, riuniti su piattaforma web, in occasione del primo workshop nazionale del progetto interreg boDEREC-CE sugli inquinanti emergenti.

Gli interventi che si sono succeduti hanno consentito ai 7 tecnici dei partner italiani dell’Autorità Distrettuale del Fiume Po e di ARPAE di confrontarsi on line con 35 esperti appartenenti ad agenzie ambientali nazionali e regionali, università, centri di ricerca, gestori di acquedotti, associazioni ambientaliste, in una sorta di vicendevole scambio di informazioni sulle principali criticità emerse nel corso delle rispettive esperienze e sulle necessità più impellenti riguardanti la gestione dei prodotti farmaceutici e per la cura della persona (PPCP).

L’incontro ha consentito di conoscere in modo approfondito nuovi dati utili e aggiornati e una panoramica dettagliata delle attività in corso, dei monitoraggi e delle ricerche tecnico scientifiche soprattutto nell’area di azione pilota del bacino del fiume Po.

Oltre a questo essenziale stadio di avanzamento il workshop ha permesso di evidenziare anche le potenziali sinergie tra attori e processi, per definire ulteriormente i requisiti di base dello strumento “modePROCON” che si svilupperà all’interno di boDEREC, incentivando così un proficuo scambio di buone pratiche tra i partecipanti.

COMUNICATO STAMPA Inquinanti emergenti- esperti a confronto nel workshop online del progetto boDEREC-CE