In attuazione alla Direttiva per la gestione dei sedimenti, approvata nell’aprile 2006, è stato redatto e approvato dal Comitato Istituzionale il Programma generale di gestione dei sedimenti per l’intera asta fluviale del Po , nei seguenti tre stralci successivi:

Stralcio “intermedio”, Programma generale di gestione dei sedimenti alluvionali dell’alveo del fiume Po – Stralcio confluenza Tanaro, confluenza Arda: deliberazione n. 20 del Comitato Istituzionale del 5 aprile 2006
Stralcio “di valle”, Programma generale di gestione alluvionali dell’alveo del fiume Po – Stralcio confluenza Arda, incile Po di Goro: deliberazione n. 1 del Comitato Istituzionale del 24 gennaio 2008
Stralcio “di monte” Programma generale di gestione alluvionali dell’alveo del fiume Po – Stralcio confluenza Stura di Lanzo, confluenza Tanaro: deliberazione n. 3 del Comitato Istituzionale del 18 marzo 2008.
Il Programma generale adottato sull’intera asta principale del fiume Po, nei tre stralci sopra specificati, rappresenta il primo momento attuativo della Direttiva per la gestione dei sedimenti .

Interventi previsti dal Programma di gestione dei sedimenti del F.Po

Le analisi condotte per la definizione del bilancio del trasporto solido hanno utilizzato una metodologia basata sull’interpretazione dell’evoluzione geomorfologica in atto per ogni singola forma presente nell’alveo inciso, metodologia già utilizzate sul River  Fraser, in Canada, e su un tratto di Po dal CNR- I R P I di Torino (si veda la sezione bibliografica). I documenti dei Programmi generali contengono le descrizioni delle metodologie utilizzate e dei risultati ottenuti.

Gli elaborati (Relazione e Atlanti cartografici) dei tre stralci del Programma generale sono scaricabili in allegato alle delibere di adozione sopra riportate.

Per un descrizione divulgativa del Programma si rimanda al documento Il recupero morfologico e ambientale del fiume Po.

Allegato:  Il recupero morfologico e ambientale del fiume Po.