OSSERVATORIO

PERMANENTE SUGLI UTILIZZI IDRICI NEL DISTRETTO IDROGRAFICO DEL FIUME PO

membri dell'osservatorio

Ministero della Transizione Ecologica, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, Ministero delle  Infrastrutture e dei  Trasporti, Dipartimento della Protezione Civile,  Autorità Distrettuale del Fiume Po, Regione Emila Romagna, Regione Liguria, Regione Lombardia, Regione Piemonte, Regione Toscana, Regione Valle d’Aosta, Regione Veneto, Provincia Autonoma di Trento, Regione Marche  ISTAT, ISPRA, CREA, Agenzia Interregionale per il Po, Terna Rete Italia, Consorzio del Ticino, Consorzio dell’Adda, Consorzio dell’Oglio, ANBI, UTILITALIA, ANEA, ASSOELETTRICA

 

Sezioni

Bollettini archivio
In questa sezione potete accedere ai vari bollettini emessi dall’Autorità di bacino distrettuale del fiume Po sulla base di dati forniti da ARPA regionali, AIPo, TERNA SpA e Consorzi di regolazione dei laghi
Documentazione

 In questa sezione è possibile consultare gli atti istituzionali e altri documenti dell’Osservatorio

 

Situazione idroclimatica  16 settembre 2021

Tendenza_08

Le previsioni meteorologiche per i prossimi giorni risultano caratterizzate da un’instabilità atmosferica diffusa su tutto il Distretto. Le temperature subiranno una costante flessione
fino a raggiungere i valori tipici stagionali e localmente anche al di sotto.
È atteso un incremento dei valori delle portate alle principali sezioni idrometriche del fiume Po a seguito delle precipitazioni previste.
Si segnalano localizzate criticità idriche: “media” nei territori dell’Emilia-Romagna, Marche e Piemonte; “alta” nelle zone di Cuneo, Torino, Alessandria, Asti, Verbano-Cusio-Ossola.

Scarica Bollettino16Sett21_Osservatorio_approvato

 

 

Tendenza

Il mese di agosto è stato caratterizzato da accumuli precipitativi in linea con i valori tipici del periodo sulle aree orientali del Distretto del fiume Po; valori inferiori a quelli di riferimento sono stati registrati sui settori occidentali del Distretto. Le temperature osservate sono state ovunque in linea o di poco superiori ai valori di riferimento per il periodo. Condizioni tipicamente estive hanno caratterizzato la prima metà del mese di settembre.
Si segnalano localizzate criticità idriche “media” nei territori dell’Emilia-Romagna e Marche, Cuneo, Alessandria, Asti e Torino.

Scarica Bollettino16Sett21_Osservatorio_approvato

Portate_16sett

Durante i primi giorni del mese di settembre è stata osservata, per tutte le principali sezioni idrometriche considerate, una stabilità delle portate comunque superiori rispetto a quelli di “portata di magra ordinaria”.
Per i prossimi giorni di settembre è atteso un incremento significativo dei valori di portata.

Scarica Bollettino16Sett21_Osservatorio_approvato

 

 

 

GrandiLaghi_16sett

Tutti i grandi laghi presentano una riduzione dei livelli idrometrici che comunque permangono al di sopra dei corrispondenti valori medi di riferimento.

Scarica Bollettino16Sett21_Osservatorio_approvato

 

 

 

 

 

 

 

Int_salina_16sett

Durante il periodo osservato, la portata alla sezione idrometrica di Pontelagoscuro non è mai scesa al di sotto di 728 m3s-1;
tale valore, riscontrato durante la seconda settimana di settembre, è superiore alla soglia
di riferimento pari a 450 m3s-1.

Scarica Bollettino16Sett21_Osservatorio_approvato

 

 

 

 

Piogge_16sett

Le precipitazioni del mese di agosto sono risultate in linea con i valori di riferimento sulla parte orientale del Distretto del fiume Po; precipitazioni inferiori ai valori di riferimento sono state osservate sulle aree più occidentali del Distretto.
Per i prossimi giorni è attesa una generale ripresa dell’instabilità atmosferica su tutte le aree del Distretto.

Scarica Bollettino16Sett21_Osservatorio_approvato

 

 

 

Neve_16sett

Il valore di SWE complessivo, per gli ambiti territoriali considerati, non presenta variazioni
significative rispetto alla situazione precedente, identificando un manto nevoso residuale.

Scarica Bollettino16Sett21_Osservatorio_approvato

 

 

 

Inv_Artificiali_16sett

La disponibilità della risorsa nei bacini montani è allineata con le medie del periodo, anche se in
diminuzione rispetto al precedente bollettino; il volume di accumulato ad oggi è pari a circa il
65% sul totale della riserva idrica invasabile.

Scarica Bollettino16Sett21_Osservatorio_approvato

Temp_16sett

Il mese di agosto è stato caratterizzato da temperature generalmente in linea alle medie stagionali nelle aree a nord del fiume Po, mentre valori di poco superiori a quelli di riferimento si sono registrati nelle restanti aree del Distretto, in particolare sulla Romagna. Nei prossimi giorni è atteso un calo delle temperature con valori tipici del periodo o localmente inferiori.

Scarica Bollettino16Sett21_Osservatorio_approvato

 

 

 

L’OSSERVATORIO

è il tavolo istituzionale di cooperazione e coordinamento costituito dagli Enti competenti e dai portatori d’interesse del settore idrico allo scopo di affrontare e contrastare efficacemente le situazioni di siccità e/o carenza idrica nel territorio del distretto:
– Promuove la realizzazione di un sistema condiviso di monitoraggio in tempo reale del bilancio idrico, di previsione delle siccità ed allerta precoce, sulla base delle migliori pratiche delle tecnologie appropriate e di costi ragionevoli.
– Individua le azioni necessarie alla gestione proattiva delle siccità a livello distrettuale, anche definendo le grandezze critiche per la classificazione della condizione climatica in atto (indicatori, variabili climatiche e soglie).
– Definisce i criteri ed indirizzi per lo sviluppo di piani regionali e/o comprensoriali finalizzati alla conservazione della risorsa idrica.

Il “Bollettino ordinario”, pubblicato con frequenza mensile, costituisce lo strumento informativo di base dell’Osservatorio nei periodi di prevedibile insorgenza di una crisi idrica/siccità, come la stagione estiva.
In esso sono riportati i valori attuali, storici e statistici delle grandezze causa ed effetto delle crisi medesime, al fine di fornire ai membri dell’Osservatorio una base conoscitiva idonea per l’individuazione delle azioni più opportuno per il contrasto della situazione critica.

Bollettino 16Sett21_Osservatorio

Bollettino 02 Settembre 2021_Osservatorio

Bollettino 06Ago21_Osservatorio

Bollettino 29 Luglio 2021

Bollettino_22-Lug2021_Osservatorio

Bollettino 09 luglio_2021

Bollettino11giugno21_Osservatorio

Scarica Bollettino 11 maggio 2021

Scarica Bollettino 19  Aprile 2021

Scarica Bollettino  Novembre 2020

Scarica Aggiornamento Situazione Idroclimatica Agosto 2020

Scarica Bollettino Luglio 2020

Il “Bollettino locale” rappresenta la specificazione a scala sub-distrettuale, per aree idrologico-climatiche soggette a problematiche particolari, del Bollettino ordinario dell’Osservatorio e, in tal senso, è lo strumento del cosiddetto “Osservatorio locale” (articolazione territoriale dell’Osservatorio di distretto).
Il Bollettino locale può contenere anche solo parte delle informazioni di base, in quanto deve focalizzare l’attenzione sugli aspetti specifici dell’area interessata dall’azione dell’Osservatorio locale.

 

Il “Bollettino di crisi” è lo strumento informativo di base dell’Osservatorio nei periodi di effettiva manifestazione di una crisi idrica/siccità.
Esso viene pubblicato con frequenza elevata e con un set di informazioni, tra quelle contenute nel Bollettino ordinario, dipendente dalla rapidità di acquisizione dei dati dai soggetti proprietari.
In considerazione delle caratteristiche del fenomeno della siccità/crisi idriche, la frequenza minima è settimanale.

 

L'Osservatorio Permanente

ha l’obiettivo di rafforzare la cooperazione e il dialogo tra i soggetti appartenenti al sistema di governance della risorsa idrica nell’ambito del distretto, promuovere l’uso sostenibile della risorsa idrica in attuazione della Direttiva 2000/60/CE e coordinare l’attuazione delle azioni necessarie per la gestione proattiva degli eventi estremi siccitosi, sia di valenza distrettuale che di sottobacino, anche ai sensi e per gli effetti dell’art. 145, comma 3 e degli artt. 167 e 168 del D.lgs. 152/2006, nonché per l’adattamento ai cambiamenti climatici

strumenti previsti dall'Osservatorio

il “disciplinare” per il funzionamento dell’Osservatorio riportante la base conoscitiva necessaria, le sue articolazioni territoriali e le misure attivabili nelle diverse situazioni di crisi;

una piattaforma informatica di studio, simulazione e rappresentazione della situazione idroclimatica e idrica del distretto, denominata “modello DEWS”, acronimo di “Drought Early Warning System”, realizzata nel 2012 e in via di aggiornamento e miglioramento

i “Bollettini” per la rappresentazione della situazione idroclimatica e idrica del distretto, con le sue possibili evoluzioni

i documenti riportanti le azioni e le modalità operative per il contrasto alla situazione di crisi (es. “Direttiva magre”, “Siccidrometro”, ecc.)

Ultimi Video

SOTTOBACINI D'INTERESSE

Altri Enti partecipanti

Regioni coinvolte

anni di attività

Tuteliamo insieme le Persone, il Territorio e le Attività Produttive