conosci LE AZIONI DI

Partecipazione Pubblica ai processi di pianificazione dell'Autorità di Distretto

Accesso alle informazioni, consultazione e  partecipazione attiva

Iscrizione alla Lista di Partecipazione Pubblica

Calendario unitario e coordinato della partecipazione pubblica

Sotto il cronoprogramma delle Attività

Livello di partecipazione distrettuale
Il livello di partecipazione distrettuale ha lo scopo di consentire il più ampio e articolato accesso alle informazioni d’interesse attraverso la costruzione di una pagina dedicata alla partecipazione che diventi oltre che il luogo di pubblicazione ufficiale dei Documenti, il “repository” di tutte le iniziative che si attiveranno nel Distretto. I forum a livello distrettuale saranno utilizzati per affrontare temi significativi e rilevanti d’interesse distrettuale e saranno concepiti come incontri aperti al più ampio pubblico, nel corso dei quali saranno dapprima illustrati e poi dibattuti aspetti tecnici, amministrativi e culturali riguardanti le politiche delle acque e del territorio.
Livello regionale
Il livello regionale ovvero gli incontri a regia regionale permetteranno di spostare il baricentro della partecipazione dalla sede del distretto padano alla scala regionale provinciale o per sottobacini. Le Regioni potranno favorire e attivare progetti di partecipazione su ulteriori livelli di coinvolgimento, nelle forme e nelle modalità che riterranno maggiormente efficaci, in modo da intercettare tutte le parti interessate.
Livello locale
Il livello locale include la partecipazione attiva anche a carattere volontario e vede l’interessamento di attori che quotidianamente vivono il territorio e sono direttamente interessati dalle criticità e/o potenzialità della risorsa acqua in tutti i suoi aspetti (dalla qualità e quantità dell’acqua alle problematiche degli allagamenti, ecc.) e possono fornire contributi attraverso conoscenza ed esperienza diretta o memoria degli eventi passati accaduti. Oltre a questo tipo di coinvolgimento appartengo a questo livello di partecipazione pubblica alcuni specifici strumenti, quali sono i “Contratti di fiume”, che in questi anni si sono ampiamente diffusi in tutto il distretto e che possono riguardare anche altre tipologie di acque (lago, delta, costa) e che rappresentano un importante strumento interdisciplinare tra le politiche di gestione delle acque e quelle di gestione del rischio idraulico.

Temi comuni di interesse distrettuale

Ai fini della pianificazione integrata distrettuale si possono fin da subito individuare temi comuni ai tre Piani

  • Il tema degli effetti dei cambiamenti climatici su territorio, ambiente, società ed.
  • Il tema della resilienza.
  • Le dinamiche socioeconomiche e territoriali del distretto.
  • La fattibilità tecnica ed economica degli scenari di progetto individuati.

 

Prossimi Incontri

Luglio 2019

Incontro previsto 20 luglio 2019

Agosto 2019

da programmare

Settembre 2019

Da programmare

Agenda

In fase di aggiornamento

I prossimi eventi in programma

DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO

Sotto è possibile accedere ai documenrti e agli elaborati di riferimento della Partecipazione Pubblica integrata

Sotto è possibile accedere ai documenti ed agli elaborati di riferimento della Partecipazione Pubblica integrata
Il Calendario della partecipazione pubblica integrata
Le fasi e le tappe del processo integrato di partecipazione pubblica, che si intende sviluppare, sono rappresentate nel cronoprogramma e nelle relative tabelle ed illustrate nella relazione.
Il cronoprogramma schematizza, nel suo complesso, tutto il percorso di partecipazione pubblica che si evolve lungo l’intero ciclo di aggiornamento dei Piani e si armonizza, nella sua organizzazione temporale, con le scadenze previste dalle norme europee e nazionali di riferimento pur essendo sviluppato orizzontalmente, in quanto segue una rappresentazione cronologica e sequenziale delle attività, deve essere letto anche in senso verticale, poiché solo in questo modo è possibile comprendere come la partecipazione si correli e si integri con lo sviluppo del processo di pianificazione e del processo di VAS.
L’organizzazione delle attività in via operativa verrà aggiornata e integrata in corso d’opera sulla base delle iniziative e delle proposte che saranno formulate e promosse alle diverse scale nazionale, distrettuale, regionale e locale, considerato che la partecipazione per sua natura è un processo dinamico, flessibile e spontaneo.

Calendario Unico Completo (Relazione e Allegati)

Allegato 1 – Cronoprogramma Unico

Allegato 2 – Mappa degli Attori

 

La Valutazione Globale Provvisoria (VGP) è un documento di Piano di supporto alle fasi di informazione, consultazione e partecipazione attiva.
Essa riporta l’inquadramento generale del contesto territoriale d’interesse, delle criticità e delle problematiche connesse con le tematiche proprie del Piano (qualità delle acque, usi della risorsa idrica, fenomeni alluvionali), e comprende una prima illustrazione del quadro conoscitivo iniziale di riferimento, delle attività che si intende svolgere e delle soluzioni che il Piano di Gestione individuerà per la risoluzione di tali criticità. Tale quadro potrà essere integrato nel corso della prima fase di partecipazione attiva, con contributi qualificati dei portatori di interesse.
Nel nuovo ciclo di pianificazione la VGP sarà pubblicata a partire dal 22 Dicembre 2019.
L’avvio del ciclo di revisione della Pianificazione vigente deve essere l’occasione per migliorare fattivamente l’integrazione dei piani e migliorarne l’efficacia sotto il profilo della sostenibilità ambientale ed economica, tenendo conto anche delle esigenze di adattarsi ai cambiamenti climatici e di aumentare la resilienza alle catastrofi.
In tale contesto la VGP non può che essere un documento UNICO che rappresenti in una visione circolare tutte le criticità e le opportunità oggi presenti nel Distretto per una gestione integrata delle acque e dei bacini idrografici.

LE FORME DELLA PARTECIPAZIONE

Il nuovo ciclo di aggiornamento e riesame dei Piani, in tutte le sue fasi sarà caratterizzata dalla massima trasparenza e aperto ad un ampio coinvolgimento delle parti interessate e del pubblico in generale .

La partecipazione pubblica, si differenza su tre fasi di coinvolgimento crescente così articolate: l’accesso alle informazioni, la consultazione e la partecipazione attiva. Gli Stati membri devono incoraggiare la partecipazione attiva e garantire la consultazione e l’accesso alle informazioni.

ACCESSO ALLE INFORMAZIONI

Questa prima fase del processo ha lo scopo di mettere a disposizione degli stakeholder le informazioni normative e le conoscenze tecniche e scientifiche di base necessarie per una partecipazione informata e consapevole. L’accesso alle informazioni si struttura come un processo continuo che progressivamente si amplia e si approfondisce man mano vengono messi a punto i successivi documenti dei Piani previsti dalla normativa vigente.
A tal fine risulta utile sviluppare attività informative per consolidare un linguaggio condiviso, comprensibile ed univoco funzionale a costruire una visone unitaria ed integrata delle politiche delle acque.

consultazione

Questa fase è finalizzata ad un confronto fra soggetti Istituzionali e gli Stakeholders funzionale alla definizione degli aspetti e delle questioni più significative, pertinenti ed utili a delineare un quadro di conoscenze ambientali, economiche e sociali del territorio. Gli esiti di questa fase saranno utilizzati al fine di organizzare un’azione di piano efficace, sostenibile e condivisa con le comunità locali.

Partecipazione attiva

È la modalità di coinvolgimento che comporta la partecipazione fattiva e propositiva delle parti interessate nel processo di pianificazione, nella discussione dei problemi e nell’apporto di contributi per la loro risoluzione.
La partecipazione attiva consente di determinare i punti di vista dei portatori di interesse sulle opzioni possibili e di individuare/condividere eventuali altre possibilità da prendere in esame per la revisione del Piano.

In breve

PARTECIPAZIONE PUBBLICA: Accesso alle informazioni, consultazione, partecipazione attiva

 

Attori coinvolti

Tavoli Tecnici

Focus Group

Comuni Interessati

Partecipa

Dove:  Sede centrale via Garibaldi  n.75

Telefono referente: 0521-2761

Email: partecipo@adbpo.it

 

News degli ultimi Incontri

In questa sezione si cerca di tenere traccia di tutti gli incontri fatti per concretizzare il processo di Partecipazione Pubblica

Fiume Po, scatta l’operazione  “ARGINI SICURI”

Fiume Po, scatta l’operazione “ARGINI SICURI”

Una task force tecnica-operativa, frutto di una convenzione siglata oggi tra Autorità di Distretto e Agenzia Interregionale per il Fiume Po, consentirà di pianificare un’azione mirata grazie ai big data sempre più all’avanguardia. Berselli (AdbPo) e Mille (AIPo):...

Scatta l’operazione “Argini Sicuri”

Scatta l’operazione “Argini Sicuri”

Mercoledi 7 Agosto 2019 – ORE 11 Sede Autorità Distrettuale del Fiume PO (Strada Giuseppe Garibaldi, 75 – Parma – 2° Piano) Scatta l'operazione “ARGINI SICURI” Locandina_ADBPO-AIPO_Argini-Sicuri_07-08-2019

VIDEOTOUR

ULTIMI VIDEO SUL TEMA